Il listino dei diamanti: Rapaport Diamond Report.

 

The List! Così viene chiamato in borsa il Rapaport Diamond Report, il listino di riferimento dei diamanti tagliati. Negli anni ’70, Martin Rapaport ebbe il geniale intuito di formalizzare su carta quello che avveniva tutti i giorni a voce nelle sale degli scambi delle 3 borse più importanti dell’epoca: Anversa, Tel Aviv e New York. Fino a quel momento i prezzi erano ricavati dal mercato locale e quindi quello che era determinato in un certo ammontare ad Anversa, poteva tranquillamente divergere a New York. Esistono circa 16.000 tipologie di diamanti ed effettivamente sarebbe stato impossibile creare un listino specifico per così tante varietà.

Il Rapaport Diamond Report è un listino non pubblico e la sua consultazione è riservata e protetta da rigidi diritti d’autore. Tra i trader non sentirete mai chiedere il prezzo di un diamante, ma piuttosto: “…quanto rispetto alla lista?”. Il Rapaport Diamond Report indica il prezzo sul quale basare le trattative e questo significa che, in considerazione delle specifiche proprietà gemmologiche di un diamante, il suo prezzo finale verrà determinato a premio (o a sconto) rispetto a quanto indicato sul listino. Ogni diamante è differente da un altro ed il prezzo deve riflettere le caratteristiche positive e negative tradotte ed applicate sul prezzo di riferimento del Rapaport Diamond Report. Questo esercizio d’interpretazione può essere effettuato solo da diamantaire professionisti ed una errata applicazione di questi principi potrebbe generare perdite importanti di denaro per chi compra o per chi vende. 

 

Questo listino viene pubblicato ogni giovedì pomeriggio in USA e riporta i prezzi distinguendo i diamanti per categorie secondo il colore, la purezza ed il peso. A questi parametri va aggiunto il giudizio delle caratteristiche del taglio, che sono interpretabili soltanto da esperti che hanno la necessaria competenza ed esperienza per stimare e valutare in modo corretto anche le altre proprietà gemmologiche di un diamante come: l’impatto delle inclusioni sulla brillantezza del diamante, le proporzioni del taglio, il colore fondamentale del grezzo di provenienza, l’effetto della fluorescenza…ed anche il laboratorio gemmologico che ha emesso il certificato ha la sua incidenza sul prezzo. 

 

Se fino a qualche anno fa le contrattazioni si effettuavano nelle sale delle borse, oggi esistono le piattaforme online dove al fianco del prezzo di riferimento del Rapaport Diamond Report è evidenziato il prezzo “domandato” del possessore della pietra ed quindi è possibile effettuare una “offerta” per avviare la trattativa. Il risultato notevole è che oggi, da ogni parte del mondo, ogni diamantaire accreditato agli scambi sul mercato telematico può conoscere il valore reale di un diamante ponendo evidentemente le basi per una prossima borsa aperta con prezzi trasparenti, come avviene per le altre materie prime.

 

Contatti

indirizzoANTWERP DIAMOND BOURSE
SCHUPSTRAAT, 17 - 2018 ANTWERPEN (BE)

telefono
+32 (0)3 231 4870

fax
+32 (0)3 231 4671

email
info@marcellomanna.com

©2019 marcello manna. All rights reserved. Designed by rodeadvertising.com

Search

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.